PROGETTI IN CORSO

MAMMA, SEMPRE E OVUNQUE è il progetto che l'associazione ha avviato nel 2010 su richiesta delle istituzioni penitenziarie che hanno chiesto la disponibilità di accogliere le madri detenute con i loro bambini.

L'associazione ha accolto questa sfida e ha indirizzato tutta la sua attività di accoglienza verso questo tipo di utenza.

La possibilità offerta alla madre di scontare la pena alternativa al carcere presso la casa famiglia protetta consente ai bambini di crescere in uno spazio adeguato al loro ben essere e ben stare.

Accogliere in casa famiglia protetta significa offrire uno spazio “altro” che favorisca un clima di accoglienza, serenità e tutela del rapporto tra madre e figlio; è la possibilità per il bambino di vivere in un ambiente fisico e psichico adeguato alla sua crescita e ai suoi legami affettivi, e per la madre detenuta di coltivare la propria maternità e acquisire la capacità di gestire una relazione equilibrata con il figlio, resa delicata dalla situazione di detenzione che vive.

Si intende sostenere e incentivare la relazione genitoriale, nonostante o proprio in virtù del percorso di detenzione nel quale la donna è inserita.

Nel 2016 viene riconosciuta con come casa famiglia protetta (cosi come previsto dalla legge 62/2011) grazie alla stipula di una Convenzione che l’associazione C.I.A.O. con Comune di Milano e Provveditorato Regionale della Amministrazione Penitenziaria, e l’adesione di Tribunale di Milano e tribunale di Sorveglianza.

Nel 2019 viene rinnovata per altri 3 anni la convenzione che vede l'adesione anche di Tribunale per i Minorenni e Procura della Repubblica presso il  Tribunale per i Minorenni.







Attualmente l'associazione sta realizzando le seguenti progettualità nell'ambito housing sociale:

 

in partnership con altre associazioni e cooperative che si occupano di detenuti

 

noltre sta proseguendo il suo impegno nel progetto 

"Mamma, sempre e ovunque"

PROGETTI REALIZZATI


STRANIERO IN PENA

Il progetto prevede la realizzazione di interventi integrati a favore del detenuto straniero, attraverso la presa in carico dei soggetti destinatari dell'intervento che prevede l'elaborazione di un progetto individualizzato condiviso in risposta alle esigenze e necessità.

Si offrono quindi, accoglienza abitativa; accompagnamento al reinserimento, inteso come supporto psicologico, alfabetizzazione della lingua italiana sostegno nel rapporto con la famiglia, consulenza legale, accompagnamento educativo, guida all'accesso ai servizi necessari.

Il progetto, presentato in partnership con CAD ONLUS - Centro Accoglienza per le Dipendenze e il Disagio sociale e Fondazione Franco Verga – C.O.I., ha ottenuto il finanziamento dalla Fondazione Cariplo e della Fondazione 7 Novembre.


AL DI LA' DELLE SBARRE: PERCORSI DI ACCOGLIENZA PER UNA PENA ALTERNATIVA

Il progetto intende realizzare interventi di accoglienza abitativa e accompagnamento socio educativo a carattere temporaneo per promuovere, accompagnare e sostenere i percorsi di inserimento sociale, il raggiungimento dell’autonomia economica e abitativa e il mantenimento delle relazioni famigliari e affettive.

Si propone un intervento integrato che veda coinvolto l’aspetto psicologico (l’attenzione posta ai processi, alla risoluzione dei conflitti della persona e in un continuo sguardo rivolto al passato dove spesso si ritrovano le cause della condizione del presente), a quello sociologico (il fotografare uno stato di vita sociale nel presente, un contesto nel quale il soggetto è inserito e richiede di essere riaccolto) e pedagogico (un intervento che, focalizzandosi sul futuro della persona e sulle sue potenzialità, elabora un progetto attento alla individualità e originalità della persona stessa).

Si intende, quindi, pensare ad una progettazione individualizzata attraverso l’elaborazione di un percorso che, partendo dalle risorse personali e relazionali del soggetto, dia risposta alle sue esigenze e alle necessità di un reinserimento responsabile e libero sul territorio.

Il progetto è stato sostenuto da Fondazione Generali e da Tavola Valdese (a valere sui fondi 8x1000)


IO, TU...NOI

Il progetto prevede la realizzazione di attività aggregative e animative che coinvolgano gli ospiti dell’associazione e i membri della comunità, perché nell’incontro, nel contatto e nella condivisione di un’esperienza si prende la consapevolezza di relazionarsi e accogliere la persona.

Sono previsti pertanto incontri a tema, attività ludiche, visite guidate a mostre, musei, e a luoghi di Milano, visione di spettacoli teatrali o film, gite, cene, percorsi di formazione/informazione al rispetto e alla legalità.

Il progetto è stato finanziato sul Bando Volontariato 2008 promosso da Fondazione Cariplo, CSV Lombardia, CoGe.


C.I.A.O. A TUTTI

Il progetto, finanziato dalla Regione sul Bando Regionale Biennio 2008/2009 L.R. 1/2008 (ex l.r. 22/93), è volto a potenziare le risorse, umane e strumentali dell’associazione, per poter cosi continuare a garantire l’importante servizio finora offerto.

Sono stati realizzati due momenti importanti:

OLTRE LE MURA, Percorso di formazione sul carcere    e VOCI DI SOTTILE SILENZIO, rappresentazione teatrale dove l’alternarsi di  musica, danza e parola hanno interpretato il cammino dal reato al reinserimento  


UNIVERSITA' E CARCERE:PER UNA NUOVA RESPONSABILITA' SOCIALE

Il progetto intende favorire l’avvicinarsi del mondo giovanile universitario alla realtà carceraria, per potenziare le risorse già presenti in associazione, incrementare il numero dei volontari, valorizzare la partecipazione giovanile e il ruolo attivo dei giovani nell’impegno, nella responsabilizzazione e nella presa in carico dei bisogni che la società e che la propria comunità gli pone e propone.

E' un progetto che intende favorire, attraverso la promozione e il potenziamento delle risorse associative, interventi socio-assistenziali rivolti ai soggetti detenuti che necessitano di un sostegno nel loro percorso di reinserimento.

E’ occasione di valorizzazione della partecipazione giovanile e di assunzione da parte di questa, di una nuova e rinnovata responsabilità sociale nei confronti della comunità e delle sue necessità.

Il progetto è finanziato dalla Regione Lombardia, Legge regionale 1/2008

Per quanto riguarda l'attività di HOUSING SOCIALE,

l'associazione ha partecipato, in partnership con associazioni e cooperative del privato sociale, ai seguenti progetti:

- TETTO PER TUTTI

- CASE E LAVORI PER L'INTEGRAZIONE 

- A.R.I.A.

- CASE ALTERNATIVE

- MAMI' (MAcroprogetto MIlano)

TRIO

- NET HOUSING UEPE - percorsi integrati di inclusione socio abitativa

CON CHI COLLABORIAMO